Ampli cuffie Icon Audio HP8 MKII

05.11.2018..

ReMusic Spark AwardPremessa

"Diretto’, di che si tratta? Icon Audio HP8 MKII? Nooo, un altro amplificatore per cuffie!? Ma negli ultimi anni ne avrò provati e recensiti un centinaio, non ne posso più! Cosa? È pure a valvole e con trasformatore di uscita... Andiamo bene... Questo è proprio un mondo, binaurale, difficile!”.

 

Introduzione

La Icon Audio è una piccola azienda con sede a Leicester, Regno Unito, dedita dal 1999 alla progettazione e realizzazione di apparati Hi-Fi esclusivamente valvolari. Un team di ingegneri guidati da David Shaw cerca di fare il possibile per una produzione di eccellenza, ma con un buon rapporto qualità/prezzo. Nella presentazione della casa viene dichiarato, senza retorica, il loro amore per il vintage termoionico, sia inglese che americano, citando marchi quali Leak, Quad, McIntosh e Dynaco. La loro profonda convinzione è che, nonostante le moderne tecnologie, le circuitazioni valvolari abbiano ancora molto da dire! Aggiungerei ai meriti una puntuale assistenza sia pre, per scelta componenti, che postvendita e la fornitura di parti di ricambio, valvole sopra ogni cosa. Complessivamente una ricetta che ha fruttato a tutt'oggi molti riconoscimenti da parte della stampa specializzata inglese e mondiale.

 

Da un punto di vista tecnico

Allora cosa dovrei apprezzare in questo Icon Audio HP8 MKII: l'innovazione tecnologica? Per quanto mi è dato comprendere siamo di fronte a una vecchia e consolidata circuitazione termoionica con un doppio triodo 12AX7B / ECC83 a fare da preamplificatore con una sezione per canale e un doppio triodo di potenza CV181 per ciascun canale come finale di potenza in classe A. Tutto "traslato" da un bel trasformatore di uscita, avvolto a mano mi dice il costruttore. L'estetica? Molto gradevole, curata, ma niente di originale o innovativo. La flessibilità? Molto gradito è il commutatore che mi permette di adattare l'ampli alle diverse impedenze possibili delle nostre beneamate cuffie, ma per il resto c'è il necessario. O forse no… qualcosa di decisamente fuori dalle dotazioni ordinarie c'è! Mi riferisco a quella levetta che mi permette di “monofonizzare” il tutto. Chissà, forse un omaggio, anche questo, agli anni '60 e '70. Una cosa è possibile apprezzare in pieno anche prima di accenderlo e averlo ascoltato: il cablaggio in aria o punto-punto realizzato a mano e lo stesso layout sono di eccellenza. Anche la componentistica direi ottima, poi quando vedo gli zoccoli delle valvole in ceramica l'umore migliora! "Hey, tu, dico a te, sì proprio a te, che ami giocare al cambia valvole manco fossero mattoncini del Lego! Guarda che l'Icon Audio fiammante che hai davanti agli occhi e stato calibrato, misurato e provato con i tubi che hai trovato nella confezione. Persino numerati, per dirti esattamente dove li devi mettere! Ci penserei due volte prima di fare esperimenti sconsiderati: magari chiedi al produttore cosa è meglio fare se proprio non riesci a star fermo con le mani!” Si è offeso qualcuno? Spero di no, ogni tanto prendete la vita e soprattutto l'alta fedeltà con un po' di leggerezza.

Veniamo ora alla rubrica "Le raccomandazioni inutili". Ma sul serio vi debbo dire che un amplificatore a valvole deve essere acceso almeno una decina di minuti prima dell'ascolto per goderne a pieno? Ma davvero devo ricordare allo smanettone impenitente che le tensioni anodiche possono, oltre che realizzare delle permanenti non volute, costituire un serio rischio per la salute? All'argomento "salute" appartengono anche le simpatiche bruciature che voi e magari qualche monello irriverente potreste procurarvi toccando le valvole "a vista" del bell'ampli fiocamente illuminato. No, certo che no, sapevate già tutto, ma io sono un po' rimbambito, amo ripetermi!

 

Ascolto

Debbo avere avuto delle esperienze sbagliate nella mia gioventù. Debbo essere stato un po' sfortunato, ma mi è rimasto attaccato una sorta di negativo condizionamento. Ogni volta che mi approccio all'audio valvolare mi aspetto, rumori, fruscii, ronzii. Ebbene, no signori, nulla di tutto questo deve accadere quando le cose sono fatte a regola d'arte. E ovviamente il silenzio, in assenza di segnale, nell'Icon Audio HP8 MKII è d'oro. Le esperienze negative nella maturità sono proseguite: "Quando c'è un trasformatore di uscita e sempre un casino!" Amplificazioni lente, la dinamica viene mortificata e le alte frequenze sono impastate, intubate. No, anche questo non corrisponde a verità, perché se c'è qualità e sapienza circuitale e progettuale, come in questo caso, tutto fila liscio come l'olio.

Scommetto che a questo punto vorreste anche sapere come si sente questo amplificatore? Certo, a volte avete delle pretese assurde, dovreste averlo già capito... no? Silenzioso, con una timbrica eccellente, neutrale, ma allo stesso tempo ricca, piena. Ottima dinamica e, per finire, riesce a pilotare bene qualsiasi in ear, on ear, over ear, dinamiche e magnetoplanari, comprese tra 16 e 600 ohm che ho avuto modo di collegarci.

Avete qualche dubbio sul fatto che le romantiche valvole ben si sposino solo con la classica e il jazz di una volta? Sbagliato signori, abbinateci una buona cuffia e con l’Icon Audio HP8 MKII ci potete ascoltare quello che volete. Personalmente ci ho ascoltato moltissima musica, di svariati generi e sempre con estrema soddisfazione. Come sempre consiglio di cercare un modo per ascoltarlo, magari con le vostre cuffie preferite, sono quasi sicuro che non rimarrete delusi. L'accoppiata con buon sistema giradischi e pre phono è godibilissima: ma qui siamo su "gusti personali" e non intendo influenzarvi. Però, se vi capita, fatelo!

 

Considerazioni finali

Predisponiamoci all'ascolto della nostra musica preferita, consci del fatto che l'emozione arriverà dalla elaborazione culturale ma anche da quella istintiva del messaggio ricevuto. La buona catena di riproduzione riesce a creare quel brivido aggiuntivo, quel piacere leggermente più profondo. Apparecchi come l’Icon Audio HP8 MKII riconciliano dopo le tante delusioni "audiofile" ricevute. C'è verità, c'è sostanza niente esoterismo o fuffa mediatica. Quello che promette mantiene e, credetemi, al giorno d'oggi è merce rara. Tutto questo ci convince sia giusto assegnargli il nostro premio Spark in the Dark.

 

 

Selezione musica ascoltata

Alice in Chains - MTV Unplugged - LP-1996

ALT-J - Relaxer - LP-2017

Ben Harper - Fight for your mind - CD-1995

Brian Eno & David Byrne - Everything That Happens Will Happen Today - CD-2008

Caparezza - Prisoner 709 - CD/LP-2017

Carl Orff - Carmina Burana - Sony Classical Masters/Leonard Slatkin - CD-2010

Dave Matthews Band - Away From The World - CD-2012

Elbow - The Seldom Seen Kid - CD-2008

Foo Fighters - Concrete and Gold - LP-2017

George Gershwin - Rhapsody in Blue / West Side Story - Bernstein & Los Angeles Philharmonic Orchestra, Deutsche Grammophon - LP

Joe Jackson - Jumpin' Jive - LP-1981

Julian Cope - My Nation Underground - LP-1988

King Crimson - Islands - CD/LP-1971

Mumford & Sons - Wilder Mind - LP-2015

Nick Cave and the Bad Seeds - Live from KCRW - LP-2013

Orchestral Spectaculars - Cincinnati Pops Orchestra, Erich Kunzel - Telarc CD-2002

Peter Gabriel - OVO - CD-2000

Peter Gabriel - Up - LP-2002

Pink Floyd - The Wall Experience - CD-2012

Prince - Purple Rain - LP-1984

Regina Spektor - Remember Us to Life - LP-2016

Roger Waters - Amused to Death - LP-1992/2016

Roxy Music - Avalon - LP-1982

Stevie Wonder - Hotter than July - LP-1980

Stevie Wonder - Journey through the Secret Life of Plants - LP-1979

Supertramp ‎- Breakfast In America - SACD-2013

The National - Sleep Well Beast - LP-2017

Tom Waits - One from the Heart - LP-1982

Warren Zevon - Transverse City - CD-1989

 

 

SCHEMA RIEPILOGATIVO
Voto massimo ✳✳✳✳✳ Spark, le scintille ReMusic

Timbrica: ✳✳✳✳✳ | Siamo su livelli di gran classe, le mie povere orecchie non riescono a trovargli difetti!

Dinamica: ✳✳✳✳1/2 | Accoppiateci delle cuffie capaci in tal senso e non rimarrete delusi. Il trasformatore di uscita fa egregiamente il suo lavoro.

Dettaglio: ✳✳✳✳1/2 | Nulla da eccepire, nessuna asettica sezione delle componenti sonore, che risultano sempre ben amalgamate ma distinguibili.

Versatilità: ✳✳✳✳ | Buona, pilota tutto, basta solo usare a dovere il selettore delle impedenze, per il resto dotazione molto "classica".

Immagine: ✳✳✳✳1/2 | Quella delle cuffie, in gran parte, sono le cuffie stesse a costruirla, Il nostro Icon Audio HP8 MKII per comprimerla

Velocità: ✳✳✳✳1/2 | Niente e nessuno vengono lasciati indietro!

Estetica e funzionalità: ✳✳✳✳ | Non è bellissimo, l'aspetto è classico, da apparato professionale. La funzionalità, come detto, impeccabile.

Rapporto prezzo prestazioni: ✳✳✳✳ | Costo non lieve, ma li vale, sarete ripagati dalla qualità complessiva.

 

 

Caratteristiche dichiarate dal produttore

Livello segnale/rumore: -90dB

Risposta in frequenza: 20Hz-20kHz +0-0,2dB

Distorsione armonica totale: tipicamente inferiore allo 0,2% a 1kHz

Sensibilità d’ingresso: 350mV

Alimentazione: 117/240V/AC a seconda del mercato

Consumo: 36W

Conformità: CE, ROHS e WEEE

Dimensioni: 11x35x14,8cm LxAxP

Peso: 6,5kg

Altro:

Fornito di manuale completo

Istruzioni complete per il cambio delle valvole incluse

Cablato a mano punto a punto

Nessun circuito stampato, per evitare di "colorare" il suono

Potenziomentro del volume Alps Blue, serie giapponese

Classe A, tutti i circuiti hanno funzionamento a triodo

Adattamento di impedenza di uscita da 8 a 600 ohm

2 valvole russe CV181

Valvole NOS, Treasure e Full Music disponibili

1 valvola primo stadio ECC83/12AX7B

Adattabile con altoparlanti ad alta efficienza da 4-8 ohm

Trasformatori EI in acciaio giapponese a basso contenuto di ossigeno

Design del profilo sottile

Resistori a film metallico di alta qualità da 2W e resistori a filo avvolto

Indicatore di rete a LED blu

Condensatori audio in polipropilene

Cavo audio argento Teflon

Trasformatori di uscita personalizzati e avvolti a mano

Porta valvole in ceramica per perdite minime

Terminali d‘ingresso e altoparlante placcati in oro

Un ingresso di linea

 

 

Per ulteriori info:

scarica qui la brochure ufficiale dell'Icon Audio HP8 MKII

scarica qui il manuale rapido dell'Icon Audio HP8 MKII

Distributore ufficiale Italia: al sito Audio Azimuth

Online shop ufficiale Italia: al sito PlayStereo

Prezzo Italia alla data della recensione: 980,00 euro

Sistema utilizzato: all’impianto di Mauro Cittadini

L'esemplare in foto è equipaggiato con valvole David Shaw CV181 in edizione limitata, disponibili come upgrade del modello base dell'Icon Audio HP8 MKII.
L'esemplare in foto è equipaggiato con valvole David Shaw CV181 in edizione limitata, disponibili come upgrade del modello base dell'Icon Audio HP8 MKII.
di Mauro Cittadini
Leggi altri suoi articoli

Torna su

Pubblicità

DiDiT banner
Vermöuth Audio banner
Omega Audio Concepts banner
KingSound banner
Banner Extreme Audio

Is this article available only in such a language?

Subscribe to our newsletter to receive more articles in your language!

 

Questo articolo esiste solo in questa lingua?

Iscriviti alla newsletter per ricevere gli articoli nella tua lingua!

 

Iscriviti ora!

Pubblicità

Dream Streaming banner
HighResAudio banner