Portatestine Nasotec Swing Headshell 202A1

05.07.2018..

Incuriosito dal successo riportato e dall'innovazione dimostrata dall'accessorio in questione, da noi provato qui, ho chiesto personalmente un'opinione all'amico Roberto Torlai, la cui competenza non ha bisogno di presentazioni. Ne è scaturita un'analisi "fuori dal coro", che volentieri pubblichiamo perché fa onore a ReMusic in primis. Proprio perché l'Hi-Fi è "scienza empirica" e, sulle opinioni e sulle esperienze diverse, cresce, si rinforza e chiarisce meglio i propri campi di applicazione.

 

G.C.


 

Nasotec Swing Headshell 202A1

 

Nel diagramma, un report dei test del portatestine, "mobile" sul piano orizzontale, Nasotec Swing Headshell 202A1 durante la fase di sviluppo: si può notare come si riduca l'errore di tracking.

 

 

Eccomi qui per darti la mia opinione in proposito… Dunque: è risaputo, accettato dal mondo audiofilo – e soprattutto per me dalle leggi della fisica – che la massa del braccio di un giradischi ha il compito di "tener fermo" il più possibile il corpo del pick-up, per ridurne le vibrazioni parassite generate dalla lettura del disco, destinate altresì a intermodulare col segnale generato dalla testina stessa. Quello che noi ascoltiamo è quindi il mix di segnale letto e intermodulato: anche con i rumori del giradischi e dell'ambiente. Idealmente, per avere la miglior lettura, la più precisa possibile, dovremmo avere una cosiddetta massa infinita, che blocchi perfettamente il corpo del pick-up, affinché il segnale di uscita sia solamente generato dalla vibrazione del generatore.

 

Quindi, direi che questo congegno, il portatestina mobile Nasotec, va nella direzione sbagliata. Fornirà sicuramente un suono molto liscio e morbido, sicuramente molto piacevole. Ma la dinamica, l'articolazione e il dettaglio subiranno secondo me un peggioramento. Non si può escludere che, tutto sommato, l'impianto possa risultare più piacevole con questo accessorio: ma solo perché il sistema, l’impianto, ha degli altri limiti.

 

Queste considerazioni sono state confermate dai fatti dove fui presente, a casa di un amico audiofilo, che aveva montato questo shell e insieme d altri suoi amici si apprezzava il risultato raggiunto. Dopo che ebbi esposto quanto sopra, alla controprova, fu invece confermato “l'ammorbidimento” ottenuto, che dava sicuramente un suono piacevole, ma dove invece peggioravano appunto gli altri parametri dinamici.

 

Però, ripeto: in presenza di sistemi a volte troppo puntigliosi e un po’ crudi, questo accessorio può effettivamente migliorare la situazione. Certo: correggiamo un difetto con un altro difetto.

E qui mi fermo: questa è solo la mia opinione in merito, frutto di un esame tecnico, sì, ma pur sempre teorico. Comunque sia: buona musica a tutti!

 

 

Per ulteriori info: al sito Pickup Service

Pickup Service di Roberto Torlai

Via Matteo Maria Boiardo, 53

41043 Formigine MO, Italia

Tel. +39 059 573582

 

 

Distributore ufficiale alla data della recensione: al sito Highend City, versione inglese del sito Nasotec 

Prezzo alla data della recensione: Swing Headshell 202A1 USD 330,00 - Headshell Alignment Block USD 49,50 - Tweezers USD 24,00 - Azimuth Calibration Mirror USD 6,50

 
di Roberto Torlai
Leggi altri suoi articoli

Torna su

Pubblicità

DiDiT banner
Banner Extreme Audio
Omega Audio Concepts banner
Vermöuth Audio banner
KingSound banner

Is this article available only in such a language?

Subscribe to our newsletter to receive more articles in your language!

 

Questo articolo esiste solo in questa lingua?

Iscriviti alla newsletter per ricevere gli articoli nella tua lingua!

 

 

 

Email:
Lingua:

Pubblicità

HighResAudio banner
Dream Streaming banner